Venezia

Ca' Sagredo Hotel

Year: 2000 - 2007
Dimension: site 4'000 sqm
Client: Ca' Sagredo Srl
Service: General design, Detailed design, Constructive supervision, Safety coordination,
Project Team: Flavio Zuanier, Annalisa Cesselli
Photo: Zuanier Associati, Ca' Sagredo Hotel

SHARE PROJECT

 

The building was involved in a global restoration and redevelopment project aimed at turning it into a Hotel. The project was accurately designed and adapted in compliance with the morphology and the composition of the ancient core, and made it possible to obtain 42 rooms with prestigious 18th–century  “terrazzo” flooring, precious wall textiles that go hand in hand with marmorino (handmade marble finishing), ceiling stuccoes, and accurately selected sumptuous fixtures. This is a Palace with the typical building features of the lagoon city buildings, built on 6 levels, it has a useful area of total 4.000 sqm. The existing art – decorative heritage has outstanding quantitative and qualitative features which make it unique in the entire Venetian landscape. Built on a original Byzantine core, Palazzo Sagredo was extensively remodeled by the family Sagredo during the 18th century. It preserves in its interior a considerable amount of works of art created during the whole of the 18th century by artists such as Giambattista Tiepolo, Andrea Tirali, Giambattista Piazzetta, Pietro Longhi, Gerolamo Brusaferro, Nicolò Bambini, Abbondio Stazio e Carpoforo Mazzetti.

 

L’immobile è stato sottoposto ad un globale intervento di restauro e risanamento conservativo finalizzato all’attivazione dell’uso alberghiero.  L’intervento ha consentito la formazione di 42 camere caratterizzate da pavimentazioni costituite da preziosi terrazzi in calce settecenteschi, ricchi tessuti a parete che si accompagnano ai marmorini ed agli stucchi dei soffitti, sfarzosi arredi accuratamente selezionati. Articolato su sei livelli oltre il Piano Terra, è dotato di una superficie utile di complessivi 3.976,00 mq. Il patrimonio artistico decorativo ancora oggi esistente possiede, per quantità e qualità, caratteristiche di eccezionalità che lo rendono unico nell’intero panorama veneziano. Costruito su un nucleo originale bizantino, Palazzo Sagredo è stato ampiamente rimaneggiato ad opera della famiglia Sagredo nel corso del XVIII secolo. Custodisce nel proprio interno una notevole quantità di opere d’arte realizzate durante l’intero arco del XVIII secolo da artisti quali Giambattista Tiepolo, Andrea Tirali, Giambattista Piazzetta, Pietro Longhi, Gerolamo Brusaferro, Nicolò Bambini, i luganesi Abbondio Stazio e Carpoforo Mazzetti, detto il Tencalla. L’intervento è stato accuratamente studiato e modulato nel rispetto delle caratteristiche morfologiche e compositive dell’antico corpo di fabbrica, ha infatti interessato sia l’impianto edilizio, tecnologico e distributivo sia l’intero patrimonio artistico, mediante l’esecuzione di complesse operazioni di restauro degli apparati decorativi.