Arch. Federico Zuanier  Consegue il Master of Science in Architecture presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio (Svizzera) con relatore il professor Mario Botta nel 2014. Nel corso degli studi accademici ha l’opportunità di lavorare con grandi nomi dell’architettura internazionale formandosi dal punto di vista critico e interdisciplinare e collaborando successivamente con l’affermato studio Burkhalter Sumi Architekten di Zurigo. Iscritto all’Ordine degli Architetti di Venezia, intraprende fin da subito la pratica professionale diventando partner di Zuanier Associati. Impronta la pratica professionale con la partecipazione a Concorsi Internazionali di Architettura, strumento fondamentale per arrivare a sviluppare progetti di rilevanza collettiva tramite cui esplorare le tematiche socio-ambientali dell’architettura. A soli 27 anni vince il primo concorso di architettura per la “Riqualificazione degli Impianti Sportivi di Castelfranco” sviluppando in seguito la successive fasi progettuali. Nel 2016 si classifica Primo al concorso internazionale “#scuoleinnovative” per la progettazione della Scuola dell’Infanzia di Cimadolmo risultando inoltre il più giovane vincitore a competere tra le oltre 1200 proposte pervenute e le 51 aree di intervento.
  • Abilitato per funzioni di coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione (D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) dal 01 marzo 2016.
Graduated from the Mendrisio Academy of Architecture (Switzerland) with the professor Mario Botta in 2014. During his academic studies he had the opportunity to work with international architects forming himself from a critical and interdisciplinary point of view, afterwards he has collaborated with the renowned office Burkhalter Sumi Architekten of Zurich. Enrolled in the Order of Architects of Venice, he immediately began his professional practice becoming partner of Zuanier Associati. He focused his professional practice in the International Architecture Competitions as fundamental tool to develop projects of collective relevance through which explore the socio-environmental themes of architecture. At the age of 27 he won his first architectural competition for the “Sport Centre in Castelfranco” afterwards developing the following design phases. In 2016 he won the first prize in the international competition “scuoleinnovative” for the design of the new Childhood School in Cimadolmo, beeing also the youngest winner between the over 1200 received proposals for the 51 areas of intervention.
  • Enabled for acting as security coordinator for the design and execution phases (D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) since 01 march 2016.